By Plimun Web Design

Chi siamo - 2

Ma, come tutte le belle cose, l'Associazione comincio' a starci stretta per via di alcune decisioni a livello Assembleare Centrale e di Consiglio Generale, si comincio' a mettere in dubbio la validita' di mantenere nella Promessa "il compiere il proprio dovere verso Dio" adducendo il motivo che una Associazione laica non deve avere nessun riferimento al trascendente, il progressivo scadimento di alcune attivita' fatte solo di tecnicismo, lo scadimento dell'eleganza dell'uniforme e dello stile scout, la cattiva organizzazione a livello Regionale, lo scadimento dei contenuti della Formazione capi e, soprattutto, la mancanza di fiducia degli Organi Centrali verso le Sezioni locali che portava a continue diatribe e contenziosi anche per fondare un nuovo Gruppo Scouts. Cosi' accadde anche alla Sezione Scout di Gela "Fabio Rampulla" che, con la sola colpa di avere circa 500 iscritti, suddivisi tra i tre Gruppi gia' operanti a Gela e altri tre, che furono fondati a Catania, Agrigento e Niscemi con regolari delibere del Comitato di Sezione (valide a tutti gli effetti per Statuto Associativo) ma contestate dagli Organi Centrali e Regionali (perche' ognuno intendeva affidare tali nuovi Gruppi ad altre Sezioni che, a loro avviso, erano piu' affidabili e amiche nei momenti delle votazioni in Assemblea Nazionale dato che il numero dei votanti per ogni Sezione era proporzionale ai soci iscritti). Come si noto' anche questa Associazione (senza nulla voler togliere alla sua presenza nel panorama scout) era caduta nella grande trappola della burocrazia e dei gruppi "...politici..." contrapposti che, una volta eletti, scadevano nel gruppo di potere dominante che cercava, per partito preso, di cancellare tutto quello che i precedenti avevano realizzato, si arrivo' a litigare, con mozioni e contro mozioni, per mezza Assemblea Generale se si doveva tenere ancora sulla camicia scout i taschini con il "...cannone..." centrale e le spalline, mentre tre quarti dei soci del CNGEI non portavano gia' neanche la camicia, per pantaloni i jeans, e i piu' stravaganti e inappropriati cappelli di cui andava "...fiera..." in special modo la branca Rover.