By Plimun Web Design

Chi siamo - 1

Da li a poco altri Capi Scout arrivarono a Gela (Franco Schinina' che da buon akela allievo di Fausto Catani apri' subito il Branco Lupetti, Carmelo Affranchi che si interesso' del Clan dei Rovers e il grande Assistente Ecclesiastico Don Vincenzo Scuderi che volle subito, appena arrivato nella Parrocchia di S. Giovanni Evangelista, aprire gli Scouts e poi sostituito, al suo trasferimento, da un giovane sacerdote di nome Grazio Alabiso che, con zaino in spalla, contribui' alla formazione caratteriale dei giovani soci) e, tra loro e i giovani Capi gelesi (Emilio Scicolone, Renato Cassara', Rocco Tandurella, e il giovanissimo Salvatore Vitale) che gia' uscivano dalle fila del Riparto originario, il Riparto divenne Gruppo Gela 1° "S. Agostino". Gli anni sessanta e settanta furono pieni di grosse attivita' e di espansione del Gruppo che si allargo' ad altre Parrocchie di Gela e, in quel tempo, si contavano 2 Branchi di Lupetti, 2 Riparti di Esploratori e un Clan di Rovers. Fu il periodo piu' proficuo e importante della vita del Gruppo, molte attivita' belle ed estremamente educative, molti adulti scout che parteciparono ai Campi Scuola, diversi brevetti di Capo W.B.

Ma arrivo', come era prevedibile, anche il momento delle ragazze. Era il 1966 quando, a cura di Mariella Affranchi, Adalgisa Guarnaccia, Maria Mauro, fu fondato il Ceppo delle Guide dell'A.G.I. che, ben presto, annovero' un Cerchio di Coccinelle, un Riparto di Guide e un Fuoco di Scolte.

Agli inizi degli anni settanta lo scautismo e il guidismo a Gela potevano contare, tra il Gruppo maschile e quello femminile, su circa 350 soci. Le attivita' erano di ottima fattura e improntate alla fedelta' al Metodo originale ed originario tramandatoci da Baden-Powell Lord di Gilwell e Capo Scout del Mondo.